In questo articolo ti mostrerò quali sono stati gli hotel da noi scelti durante la nostra permanenza in Indonesia. Nei miei precedenti articoli ti ho parlato di come organizzare un viaggio fai da te a Bali e di cosa abbiamo visitato nei primi 4 giorni a Ubud. Come avrai ben capito, quando pianifico un viaggio, cerco sempre di spendere il meno possibile senza però rinunciare a qualche confort. In Indonesia è stato molto semplice trovare strutture di altissimo livello, di lusso direi, a prezzi davvero convenienti.
Chiaramente se, non ti interessa minimamente l’aspetto della camera e vuoi vivere un viaggio all’avventura, troverai delle guest house di tutto rispetto spendendo non più di 20 euro a notte. Noi però ci siamo voluti trattare bene e queste sono state le nostre scelte.

HOTEL A UBUD

A Ubud abbiamo pernottato presso l’Adiwana Arya Villas Resort e ti confido che è stato in assoluto
l’hotel più bello del nostro viaggio. Semplicemente m-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-o.
Innanzitutto è completamente immerso nella natura, ma è organizzato molto bene e offre tantissimi servizi tra cui una navetta gratuita che in poco tempo di porta in centro

e allo stesso modo ti viene a riprendere, basta contattare lo staff tramite whatsapp. Ci sono tratte a orari prestabiliti, ma se hai esigenza di usare la navetta in un altro orari

o, con qualche euro te la cavi. Le camere, dei bungalow in legno in pieno stile indonesiano con letto a baldacchino, sono dotate di ogni confort. Una roba che mi ha fatto impazzire è stato il bagno all’aperto, fighissimo, tranne quando piove :D. Altri aspetti che ho apprezzato sono stati la pulizia, la professionalità del personal

e e la colazione con pancakes, brioches, frutta fresca, yogurt, cappuccino… buonissima! Non ho finito: vengono organizzate serate
a tema molto divertenti e coinvolgenti, c’è la possibilità di usufruire di corsi di yoga, di fare ma

ssaggi e percorsi benessere alla spa e partecipare a tour di mezza giornata e giornata intera. Ecco, qui ci siamo sentiti proprio come se fossimo in luna di miele. Stra consigliato. All’epoca, giugno 2018, abbiamo speso in euro circa 120 euro a notte. Ora ho notato che i prezzi sono aumentati, in effetti quando siamo andati noi l’hotel aveva appena aperto ed è probabile che abbiano proposto tariffe più abbordabili per farsi pubblicità. Ad ogni modo, una cosa che ho notato è la quantit

à di resort in costruzione, è un continuo inaugurare hotel e b&b. Quindi una buona idea è testare quelli nuovi, approfittando delle offerte.

HOTEL A GILI AIR

Il nostro hotel a Gili Air, è stato il Pink Coco, il posto giusto per chi ha la passione del fucsia. E’ infatti, come suggerisce il nome, arredato tutto nelle tonalità del rosa, molto carino. Le camere in stile marinaro, sono piccole ma funzionali e molto luminose. Chiacchierando con alcuni italiani incontrati in hotel e sentendo le opinioni di chi è stato a Gili Air, pare sia la migliore struttura presente nell’isola. Non si trova però nella zona migliore per fare il bagno perché l’acqua no

n è pulita e la sera c’è la bassa marea, basta fare qualche centinaio di metri a piedi e raggiungere la spiaggia più bella, Scallywags Beach. Anche qui lo staff è stato molto accogliente. La colazione buona,

Vista dal Pink Coco

ma non come a Ubud. Quello che più abbiamo apprezzato di questo posto sono stati i tramonti in riva al mare, seduti sui pouf, bevendo un cocktail! Quando cala il sole, il cielo qui assume dei colori mai visti prima, da brividi e lacrimuccia. Qualche sera abbiamo usufruito anche del noleggio gratuito delle bici per girare l’isola che, anche se poco illuminata, non ci ha dato mai la sensazione di essere in pericolo. Oddio, forse il primo giorno sì… camminavamo in una via completamente al buio per raggiungere un ristorante e ad un certo punto…fruscio di foglie….frrr frrr.. ci siamo trovati davanti un bue gigante. Cose che capitano!
Non ti ho parlato dei prezzi: abbiamo speso 100 euro a notte. Ripeto, si possono trovare sistemazioni molto più economiche, ma non allo stesso livello chiaramente.

HOTEL A KUTA

L’hotel a Kuta, come anche la tappa in sè, è stato quello che ci è piaciuto meno. Si tratta dell’Amnaya Resort, un resort 4 stelle nel centro della città e della movida. Nulla da dire sull’accoglienza, molto cordiale ed efficiente. Anche le camere in sè sono bellissime, ampie con bagno a vista, puoi vedere le foto. La piscina è stupenda. Tuttavia, essendo una struttura molto grande, era realmente un porto di mare. Gente che andava e veniva in continuazione, anche per fare
colazione sembrava di stare in un centro commerciale. Ne ha risentito la pulizia: in camera accanto alla frutta fresca ho trovato un coltello sporco e frutta avviata. La colazione era buona, tanti prodotti freschi, preparati al momento. Purtroppo ecco, probabilmente non è semplice gestire un posto del
genere e a Kuta i resort sono tutti di queste dimensioni, nelle strade sia di giorno che di notte c’è un caos assordante e niente di autentico. Insomma, pollice in giù. Abbiamo comunque speso 80 euro per una notte.

Sei qui:Home/Asia, I miei viaggi, Indonesia/GLI HOTEL DEL NOSTRO VIAGGIO A BALI